UIL Scuola al MIUR su “salvaguardati pensionistici”

L’INPS in questi giorni ha inviato ai lavoratori del Comparto SCUOLA le lettere con le quali viene certificato il diritto alla pensione in salvaguardia per quei soggetti le cui domande risultavano bloccate in quanto in sovrannumero rispetto al plafond numerico prestabilito.

In considerazione della specificità di settore che prevede l’accesso al pensionamento utilizzando la sola finestra pensionistica di uscita coincidente con l’inizio dell’anno scolastico, l’ITAL assieme agli altri Patronati del Cepa e la UILSCUOLA hanno investito del problema il Ministero dell’Istruzione affinché con sollecitudine emani direttive al riguardo e consenta quindi ai lavoratori interessati di far valere i propri diritti.

Tutte le lavoratrici e i lavoratori interessati che hanno ricevuto le lettere INPS di certificazione del diritto a pensione potranno ricevere informazioni e trovare assistenza gratuita recandosi presso gli Uffici ITAL sul territorio e le sedi della UILSCUOLA.

Lettera UIL Scuola al MIUR:

 

 

Roma, 20 novembre 2015

Al Capo Dipartimento

Dott.ssa Rosa De Pasquale

MIUR OGGETTO: OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA

Gentile Dott.ssa,

con messaggio n° 6912 del giorno 11.11.2015, l’Inps ha predisposto l’invio di ulteriori certificazioni per i “salvaguardati” dell’art. 11 bis, commi 1 e 2, della L. 124/2013 e dell’art. 2, comma 1, lettera d), della L. 147/2014, riguardante coloro che hanno fruito di permessi nell’anno 2011 per assistere parenti disabili in situazione di gravità. L’operazione, cosiddetta dei “vasi comunicanti”, dopo l’accertamento delle economie avviato nel mese di settembre 2015, consente di allargare le certificazioni del diritto a pensione ai soggetti rimasti esclusi per superamento del plafond pari a 2.500 unità, nella quarta salvaguardia, e 1.800 nella sesta.

Ora si pone il problema di coloro che riceveranno in questi giorni la comunicazione del diritto a pensione, ad anno scolastico abbondantemente inoltrato.

A nostro avviso, e’ indispensabile che il MIUR emani delle direttive che consentano ai destinatari dei provvedimenti di essere collocati in pensione giuridicamente da 01.09.2015 ed economicamente dal momento in cui rassegneranno le dimissioni dal servizio per accedere al trattamento pensionistico.

Vista l’importanza del problema restiamo in attesa di un positivo riscontro.

Giuseppe Turi

Segretario generale

30 novembre 2015 - 09:02
Copyright 2010 © UIL Scuola Bergamo.
Tutti i diritti sono riservati
Mappa del Sito | Note Legali | Privacy
Iseo Web & Comunicazione - Creazione siti internet